Il mercato degli integratori alimentari in Italia è in forte crescita. Ma cosa sono gli integratori alimentari? Perché e quando è fondamentale integrare?

vegan
Dieta vegana e dieta vegetariana. Pro e contro, come gestire gli alimenti per salvaguardare la propria salute.
18 settembre 2018
scarpe_running_logo
Scarpe da corsa: quando sostituirle?
9 dicembre 2018
Vedi tutti

Il mercato degli integratori alimentari in Italia è in forte crescita. Ma cosa sono gli integratori alimentari? Perché e quando è fondamentale integrare?

walter_articolointegrazione

Il mercato degli integratori è piuttosto importante in Italia, ad oggi, la vendita di questo tipo di prodotto in farmacia ha superato i 3 MLD.  Si tratta di un dato molto importante, significativo del fatto che molte aziende si stanno impegnando nella realizzazione di prodotti.

Negli ultimi anni si è chiarito il significato di “integratore”: un insieme di componenti (sostanze) naturali con lo scopo di creare un prodotto da utilizzare in un momento di necessità dell’organismo.

Sappiamo tutti di dover porre attenzione alla nostra alimentazione e che questa dovrebbe essere basata sull’assunzione di molta frutta e verdura, poca carne rossa, molta fibra e bere molta acqua; sappiamo anche che a volte è sufficiente modificare leggermente la nostra alimentazione perché l’organismo si riequilibri autonomamente.

Tuttavia, a volte ci sono momenti in cui si crea la necessità d’integrare alcuni componenti. Nasce quindi l’integratore, per i momenti di bisogno.

Quando integriamo? Ci sono momenti “classici” quali ad esempio la gravidanza, periodo nel quale la donna ha bisogno di un supporto, o la mancanza di energia durante il cambio stagione.

Pensiamo anche al soggetto che fatica ad addormentarsi, o è stressato, ansioso, o ha qualche fastidio muscolare, qualche dolore articolare, o pensiamo ad un soggetto che sta gradualmente e fisiologicamente invecchiando e che ha bisogno di un sostegno per la memoria.

Sono situazioni che più o meno tutti ci troviamo a vivere. E sono situazioni che non possono essere corrette modificando semplicemente l’alimentazione.

Questo è l’effetto dell’integratore: viene assunto quando si creano delle esigenze alle quali è necessario far fronte; senza nulla togliere al farmaco, che invece viene assunto per un’azione molto più decisa.

Ormai gli integratori non si dividono più in due sole categorie, quella dei dimagranti e quella dei prodotti per sportivi, tant’è che sia il medico che lo specialista li prescrivono, dando un valore aggiunto al prodotto.

Ecco il motivo della presenza di integratori in farmacia.

L’offerta di integratori nel mercato sta crescendo sempre di più, a quali diamo maggiore fiducia?   Non c’è una risposta assoluta a questa domanda. Sicuramente in pochissime farmacie nasce l’esigenza di controllare la filiera, di verificare che ciò che si assume sia effettivamente ciò che si desidera e, soprattutto, che  funzioni.

Per un farmacista è fondamentale saper formulare e capire i benefici delle possibili associazioni ed interazioni di principi attivi. A livello professionale, si tratta di un traguardo importante, raggiunto da pochi professionisti del settore.

Quindi la farmacia a servizio del cliente non ha il timore di personalizzare e ha la perfetta conoscenza della composizione del prodotto e dei suoi effetti benefici.

 

Walter Bertin